Artista

Tutto su Stefano Sanna

Artista: Stefano Sanna

Il valore dell’arte dipende dalla sua unicità e i pezzi unici di Stefano Sanna sono facilmente riconoscibili e impossibili da copiare,poiché ognuno conserva l’anima di oggetti e materiali destinati ad altri usi,che trovano nuova vita nei suoi lavori.

Il suo lavoro attinge alla duplice esperienza di fumettista e decoratore per innaugurare un’originale indagine sul rapporto fra metterai e narrazione,che integra la valorizzazione dell’azione del caso e del tempo sui materiali e la capacità di raccontare storie sfruttando il potenziale dell’inquadratura e del montaggio.
La sua ricerca artistica è strettamente legata alle coste del nord-Sardegna,in cui vive da sempre e in cui ha incubato e sviluppato il suo progetto.

All’indomani di ogni tempesta o mareggiata,Stefano percorre spiagge e coste e attinge ai rifiuti e ai resti di barche e navi portati dal mare sulle rive.Non si tratta di mero riciclaggio,o di gusto per l’object trouvè,ma di una poetica fondata sull’azione del tempo e del caso sugli artefatti , sull’effetto dei processi di erosione ,levigazione,ossidazione,sgretolamento sui materiali in termini di pattern,gamme cromatiche,macchie e “quasi figure” tracciate per caso dalla pioggia,il mare,i venti.
Nel suo studio prosegue il processo di metamorfosi degli oggetti,bruciando,piallando,levigando,facendo ammuffire,sperimentando e accelerando i meccanismi di trasformazione molecolare che originano gamme singolari di forme,motivi e colori.

La composizione vera e propria dell’opera è invece un’azione di montaggio a tutti gli effetti,in cui convergono frammenti di testi,diari e foto di viaggio,rimandi musicali e cinematografici,o semplici accostamenti che trasformano la materia in figura o paesaggio.

La continuità e la riconoscibilità del suo stile artistico,che dal 2004 si è sviluppato armoniosamente,suggerisce un rimando di vicinanza al contesto del kaizen giapponese che innalza a principio culturale,uno sviluppo continuativo.

Attraverso processi raffinati e minuziosi,i diversi livelli nel processo di creazione accompagnano e tracciano le sue opere in maniera fondamentale.

All’inizio di ogni opera c’è sempre una concreta idea da tradurre e sintetizzare.Lo sviluppo visuale prevede in prevalenza l’uso di materiali suscettibili agli effetti degli agenti naturali nel tempo,come l’arrugginirsi dei metalli,lo sgretolio del cemento,l’ammuffire della carta.

Sperimentazione

La dimensione sperimentale è centrale nel lavoro di Stefano Sanna: il lavoro prevede la ricerca e test di nuove tecniche e processi di trattamento della materia,finalizzato a produrre effetti estetici,formali e cromatici precisi.
Spesso ci vogliono mesi o anni per raggiungere l’effetto desiderato,la produzione di una serie inizia solo dopo aver valicato le tecniche e le risposte dei materiali.

Pianificazione del lavoro

La progettazione e la pianificazione della produzione fanno parte integrante del suo lavoro d’artista. Attingendo alle esperienze maturate durante gli studi presso l’accademia del fumetto di Milano,sviluppa il concept del lavoro tramite storyboards,schemi,inventari e solo quando il progetto è definito in ogni sua parte inizia la creazione vera e propria dei pezzi.
Osservandolo al lavoro nel suo studio,si è colpiti dall’ordine e la meticolosità con cui archivia i materiali,progetti,strumenti,opere compiute o in fase di realizzazione.
I pezzi trovati e raccolti negli ultimi 15 anni sono meticolosamente conservati,così come i progetti e le bozze,costituendo un vero e proprio archivio di cose,strumenti e idee.

Il processo di realizzazione

Mentre i primi stadi a volte possono necessitare mesi o anni,la fase di realizzazione viene pianificata nel dettaglio secondo un preciso crono-programma.
La fase creativa lo impegna a tempo pieno e quando il risultato non lo soddisfa riprende le ricerche e gli esperimenti

Stefano Sanna, the personality

Stefano Sanna was born in 1975 in Nigeria to an Italian/Sardinian father and a Swiss mother. He began his art studies in Milan in 1994, majoring in graphic art and design. Subsequently he worked as an illustrator and comic book artist. Since 2004, he lives in Costa Smeralda, Sardinia, where he works as a successful independent artist.

For Stefano Sanna, Sardinia and particularly the north coast of the island where the Costa Smeralda is situated, are his source of energy and inspiration. This especially includes the unique colors of the island, with its rock formations, rich fauna, white beaches and emerald-colored water. The various tones of blue (sky and sea) are particularly inspiring, combined with warm sand and beige tones (beach and buildings backdrop), which release an astonishing energy potential for people at sunrise and during sunset.

Stefano Sanna likes to enjoy life’s pleasures just like many other artists. Sardinian cuisine with its original pasta creations, varieties of seafood and special kinds of vegetables, typical Sardinian bread, Pane Carasau, and naturally, special red and white Sardinian wines.

The artist works at the Costa Smeralda, well-known as an exclusive region in the north of Sardinia. The “Costa” was developed in 1962 by Prince Aga Khan, who together with leading architects, created an extraordinary cultural and building landscape.
In this milieu, Stefano’s art has been appreciated by international collectors and art lovers for more than 12 years. His individual and group exhibitions have made Stefano well-known also outside of Sardinia.

Starting in 2018, Stefano Sanna’s art will be presented in international exhibitions in Europe, the US and Asia.

“Get inspired by the outstanding art and strong personality of Stefano Sanna. Metacycling art is setting new benchmarks.”

Rainer Waedlich

Director Wkomma art management

This post is also available in: English (Inglese) 日本語 (Giapponese)